Login    |    it - en

L'oggetto del bando di concorso è un'unità abitativa singola e componibile, progettata per rispondere alle necessità di accoglienza temporanea dei giovani ospiti della città di Milano in occasione dell'Expo 2015.

Obiettivo di Instant House è sollecitare una 'ecologia della sensibilità', ovvero la ricerca e la sperimentazione di materiali innovativi e compatibili con l'ambiente. I giovani progettisti sono stimolati a sviluppare una riflessione approfondita sul significato contemporaneo di natura, paesaggio e ambiente e sulla loro percezione da parte dell'uomo.

L'unità abitativa, concepita in modo modulare, sarà ideata pensando a materiali che tengano conto della dimensione temporanea e delle specifiche esigenze tecnologiche ed ecologiche dell'edificio. I progetti, presentati con adeguati e dettagliati schemi strutturali per valutarne la qualità e la fattibilità, dovranno essere pensati in un luogo del territorio metropolitano lombardo connesso con l'area dell'Expo 2015.

PRIMO PREMIO

Laura Bardeschi, San Mauro Pascoli (FC),studentessa del corso di laurea specialistica in Ingegneria Edile - Architettura (classe 4S), presso la Facoltà di Ingegneria - Università di Bologna; 
Sara Angelini, Cesena (FC), studentessa del corso di laurea specialistica in Ingegneria Edile - Architettura (classe 4S), presso la Facoltà di Ingegneria - Università di Bologna
Paride Piccinini, Forlì (FC), studente del corso di laurea specialistica in Ingegneria Edile - Architettura (classe 4S), presso la Facoltà di Ingegneria - Università di Bologna
Gilda Bottacchiari, Fabriano (AN), laureata nel 2008 in Ingegneria Edile e Architettura, presso la Facoltà di Ingegneria - Università di Bologna

La Commissione ha valutato positivamente la capacità di articolare spazi e volumi,aperti e chiusi, che presuppone un sistema integrato con i paesaggi urbano e metropolitano. Tale capacità di aggregazione non deriva semplicemente dalla sommatoria dei moduli, ma dall'organizzazione degli spazi; ogni modulo, infatti, presume la possibilità di scale, di materie, di proporzioni e di funzioni diverse.

Scarica le tavole

SECONDO PREMIO

Antonio Mundi, Santiago, Cile, studente del corso di laurea specialistica in Architettura, presso la Pontificia Universidad Catolica de Chile
Cristian Lavin, Santiago, Cile, studente del corso di laurea specialistica in Architettura, presso la Pontificia Universidad Catolica de Chile

Il modulo compositivo in legno viene premiato per l'attenzione all'integrazione con i temi del paesaggio, e quelli dell'ambiente: radiazioni e ventilazione. L'indefinitezza dello spazio presenta il valore positivo di assorbire una molteplicità di ruoli e funzioni.

Scarica le tavole

TERZO PREMIO

Erblin Berisha, Lugo (Ravenna), studente del corso di laurea in Architettura presso l'Università di Ferrara,
Luca Pinnavaia, Ferrara, (FE), studente del corso di laurea in Architettura presso l'Università di Ferrara

Il progetto propone delle articolazioni con il paesaggio aperto che costituiscono 'insediamenti urbani'. Inoltre interessante appare l'uso appropriato di vari materiali sperimentali e ecosostenibili.

Scarica le tavole

Menzione speciale
Marco Panzeri
, Galbiate (Lecco), laureato nel 2007 in Architettura presso il Politecnico di Milano (laurea specialistica)
Il progetto sperimenta un interessante dispositivo della sezione: il volume è scavato all'interno producendo in negativo e in positivo le proprietà dello spazio e dell'arredo.